Twitter

Triffo Chronicles

vendo un kg di neuroni assonnati.

5 anni dopo.

luglio8

Manco un post sul nuovo annunciato zelda ho fatto… che stia diventando davvero un casual gamer? dovrò buttare la mia targa di sottone e dimenticare tutte le ore buttate a bruciarmi neuroni?
giammai! urla una delle mie personalità, ma è sempre piu complicato riuscire a sentirla.
L’annuncio di Zelda mi ha fatto pensare al passato… a 5 anni fa per la precisione…
[flashback- musichetta e dissolvenza] luglio 2005, Zelda era gia stato annunciato (twilight princess) all’E3 2004 ed ero in fremente attesa della sua uscita in autunno, solo tra qualche mese avrei scoperto che sarebbe stato posticipato al 2006 con mio sommo disappunto per fare da killer application al wii.
Nel 2005 facevo un lavoro che non mi piaceva, ma con un gruppo di persone straordinarie che controbilanciavano il carico e tutto sommato era un bel periodo.
Per una strana coincidenza in quel periodo (come documentano i post linkati quissotto) ho scoperto, grazie a PACO che nell’estate 2005 ero preso da un altro gioco (online): OGAME, gioco che giusto 2 settimane fa ho ricominciato per combattere la noia delle (poche se devo essere sincero) ore “buche” pomeridiane in ufficio, quando mi ritrovo con poco da fare (o con cose troppo pallose per essere fatte al pomeriggio).
Non c’è stata alcuna premeditazione dietro… che il mio cervello lavori ad archi di 5 anni? che ogni 5 anni abbia bisogno di un gioco/dipendenza per mantenersi instabile al punto giusto… bah lasciamo stare, sono le solite domande che chiunque si pone prima o poi… (…) (!)

come promesso sopra ecco i post:
The One With Triffo e ogame.
The One With Triffo e le difese cadute.
è strano leggere i post del passato, oltre alla malinconia mi ricordano che avevo un SACCO di tempo libero all’epoca…
ora è gia bello se riesco a scrivere una volta al mese.

quissotto giusto per completare la piega revival che ha preso questo post ecco in ordine:
– la reazione del 2004 all’inaspettato annuncio di zelda: sottoni in tripudio e un ridicolo miyamoto con una spada e uno scudo fichissimi…
– il trailer che da solo, per un intero anno, ha alimentato l’hype di questo gioco.
– il trailer del nuovo capitolo, non altrettanto epico ma decisamente interessante (anche se la grafica mixata tra realistica e cell shading ancora non mi convince… vedremo come al solito nei prossimi mesi).

per il resto? tutto bene grazie…
a differenza di 5 anni fa ho una casa e sono pressochè indebitato a vita….
si tutto bene…
si…
uff…

Golden

ottobre15

Ho comprato il case, ho cercato di sostituirlo… e ho rotto il touchscreen…
e il tasto di accensione…
e un pixel…
ho aspettato settimane sperando di trovare il modo di sistemarlo, ovviamente senza successo.
Alla fine l’ho mandato in assistenza lasciando il nuovo case e grazie al mio amico, e alla cortesia e gentilezza della Nintendo, e/o della società che per loro ripara i DS, è tornato perfetto e Nerdolosamente ™ Figolosoloso ™
Ah si sto parlando del DS Lite per chi non l’avesse capito… ogni tando do alcune cose per scontate… mmm forse spesso… ma suvvia c’è la foto…
IMG_0621

il segreto sta nel programmare…

marzo26

Con l’uscita della versione beta del firmware 3.0 dell’iPhone e dopo aver visto il filmato del tizio che si è fatto una catervata di soldi sull’ app store con un gioco, mi è presa la fissa di scrivere un applicazione per iPhone…
Ho scaricato il mio bel sdk…
Ho recuperato username e password dell’account developer che avevo creato mesi e mesi fa
Ho ordinato su amazon l’utile libro della erika sadun con suggerimenti, riferimenti, aiuti etc…
Ho messo una bella lavagnetta alle mie spalle per le idee…
Insomma sono pronto..
oddio… quasi…
bah…
Se ne viene fuori qualcosa di buono vi avviso.
Nel frattempo:
– il mio compleanno è passato <- yeah! - una drogata mi ha dato del 24enne ! <- yeah! - il mio progetto parallelo top secret procede <- beeeene! - Ho finito il quarto (e ultimo) libro di tualaitt <- dai, davvero non male! - è stato annunciato un nuovo zelda... purtroppo per ds... <--bah! - mi sto abituando a degli orari improbabili <- male

Zelda Philosophy

agosto12

Un altro libro da aggiungere alla lista nella sezione books (che completerò quanto prima).
Decisamente per appassionati (modo gentile per definire i sottoni) ecco un libro che parte con le migliori intenzioni di fare chiarezza tra le mille questioni dell’universo di Zelda, ma che a mio parere cozzerà con le mille incongruenze che stanno in codesto universo e di cui ormai abbiamo imparato a fregarcene.

Nonostante tutto varrà la pena spendere i circa 15 euro del prezzo di copertina, se non altro per gli artwork e i commenti dei designer, e poi è un libro su zelda, come posso lasciarmelo sfuggire ^_^’
(sotto le info dalla pagina di amazon, il sito americano (amazon.com) lo riporta in uscita per il 29 novembre mentre quello inglese (amazon.co.uk) per l’8 gennaio 2009)

With both young and adult gamers as loyal fans, The Legend of Zelda is one of the most beloved video game series ever created. The contributors to this volume consider the following questions and more: What is the nature of the gamer’s connection to Link? Does Link have a will, or do gamers project their wills onto him? How does the gamer experience the game? Do the rules of logic apply in the game world? How is space created and distributed in Hyrule (the fictional land in which the game takes place)? How does time function? Is Zelda art? Can Hyrule be seen as an ideal society? Can the game be enjoyable without winning? The Legend of Zelda and Philosophy not only appeals to Zelda fans and philosophers but also puts video games on the philosophical map as a serious area of study.

« Older Entries